Risposte

Mi capita spesso di avere crisi di asma più forti di notte. È normale?
utente
Giulia
In un soggetto asmatico, avere attacchi d’asma durante le ore notturne è piuttosto consueto. Sono numerosi i tentativi di spiegare la ricorrenza notturna degli attacchi e fra questi il principale è il seguente: Il sistema nervoso è articolato in svariati sottosistemi, fra cui il Sistema Nervoso Simpatico (SNS) e il Sistema Nervoso Parasimpatico (SNP) che svolgono effetti antagonisti. Il SNS governa la veglia e altre funzioni, mentre il SNP, governa la quiete e raggiunge il livello massimo mentre si dorme. Il Sistema Simpatico tende a broncodilatare, mentre il Sistema Parasimpatico tende a broncocostringere. Questa situazione fisiologica, in soggetti predisposti può accentuarsi sfociando in situazioni patologiche. E quindi ecco che il soggetto asmatico, che presenta una patologica tendenza alla broncocostrizione, potrà avere crisi asmatiche severe soprattutto nelle ore notturne, allorquando prevale il tono parasimpatico. È possibile prevenire gli attacchi, con semplici accortezze. Ricordiamo ad esempio la necessità, in caso di asma allergico, di prevenire l’esposizione agli allergeni (siano questi polveri, pelo animale, muffe) arieggiando in maniera adeguata gli ambienti domestici e la necessità di lavare con cura lenzuola e federe per eliminare acari ed elementi irritanti. Può essere poi utile avere a portata di mano un umidificatore per monitorare la qualità dell’aria.
Dr. Marco Perruzza
Pneumologo

Risposte

Mi capita spesso di avere crisi di asma più forti di notte. È normale?
utente
Giulia
In un soggetto asmatico, avere attacchi d’asma durante le ore notturne è piuttosto consueto. Sono numerosi i tentativi di spiegare la ricorrenza notturna degli attacchi e fra questi il principale è il seguente: Il sistema nervoso è articolato in svariati sottosistemi, fra cui il Sistema Nervoso Simpatico (SNS) e il Sistema Nervoso Parasimpatico (SNP) che svolgono effetti antagonisti. Il SNS governa la veglia e altre funzioni, mentre il SNP, governa la quiete e raggiunge il livello massimo mentre si dorme. Il Sistema Simpatico tende a broncodilatare, mentre il Sistema Parasimpatico tende a broncocostringere. Questa situazione fisiologica, in soggetti predisposti può accentuarsi sfociando in situazioni patologiche. E quindi ecco che il soggetto asmatico, che presenta una patologica tendenza alla broncocostrizione, potrà avere crisi asmatiche severe soprattutto nelle ore notturne, allorquando prevale il tono parasimpatico. È possibile prevenire gli attacchi, con semplici accortezze. Ricordiamo ad esempio la necessità, in caso di asma allergico, di prevenire l’esposizione agli allergeni (siano questi polveri, pelo animale, muffe) arieggiando in maniera adeguata gli ambienti domestici e la necessità di lavare con cura lenzuola e federe per eliminare acari ed elementi irritanti. Può essere poi utile avere a portata di mano un umidificatore per monitorare la qualità dell’aria.
Dr. Marco Perruzza
Pneumologo

Hai trovato quello cercavi? Fai la tua domanda

Ultime domande